"Snowpiercer" di Joon-ho Bong

I film usciti al cinema che concorrono agli IOMA 2013 (1 Aprile 2013 - 31 Marzo 2014)
User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

"Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Blue » Thursday 6 February 2014, 0:39

snowpiercier-locandina-italiana.jpeg
(186.01 KiB) Downloaded 611 times
snowposter2.jpg
(140.24 KiB) Downloaded 611 times
snowposte.jpg
(142.53 KiB) Downloaded 611 times
"Snowpiercer"
Titolo originale: "Snowpiercer"

Nazione: Sud Corea
Anno: 2013
Genere: Fantascienza, Azione, Drammatico
Durata: 126'

Regia: Joon-ho Bong

Cast: Chris Evans, Song Kang-ho, Go Ah-sung, Jamie Bell, Alison Pill, John Hurt, Tilda Swinton, Octavia Spencer, Ed Harris

Soggetto: Jacques Lob, Benjamin Legrand
Sceneggiatura (non originale): Bong Joon-ho, Kelly Masterson

Fotografia: Kyung-Pyo Hong
Montaggio: Steve M. Choe

Colonna Sonora: Marco Beltrami

Scenografie: Ondrej Nekvasil
Costumi: Catherine George
Trucco: Jeremy Woodhead

Produzione: SnowPiercer, Moho Films, Opus Pictures, Stillking Films, CJ Entertainment
Distribuzione: Koch Media


Data di uscita: 27 febbraio 2014

Trama:
2031. In un mondo decimato da una nuova era glaciale, un gruppo di sopravvissuti rimane in vita all’interno di un treno, lo Snowpiercer, che continua a spostarsi intorno alla terra e procura la sua energia attraverso un motore perpetuo. Il treno è un microcosmo di società umana diviso in classi sociali: i più poveri vivono nelle ultime carrozze; i più ricchi nei vagoni anteriori. La convivenza tra loro si proietterà inevitabilmente verso lotte e rivoluzioni.

User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Blue » Thursday 6 February 2014, 0:43

snowposter3.jpg
(130.89 KiB) Downloaded 610 times
snow1.jpg
(38.06 KiB) Downloaded 610 times
snow2.jpg
(100.19 KiB) Downloaded 610 times
snow3.jpg
(144.92 KiB) Downloaded 610 times
snow4.jpg
(125.48 KiB) Downloaded 610 times
snow5.jpg
(69.37 KiB) Downloaded 610 times
snow6.jpg
(104.52 KiB) Downloaded 610 times
snow8.jpg
(91.43 KiB) Downloaded 608 times

User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Blue » Thursday 6 February 2014, 0:47

Speriamo sia la sorpresa degli IOMA 2014 vista l'annata un pò fiacca... praticamente tuttel e recensioni sono unanimi andando dal molto buono all'ottimo (con qualcuno che si avvicina al capolavoro)... critici di THR e Variety compresi.

Il regista è una sicurezza, non ha sbagliato un film in carriera e il soggetto per quanto non brilli per chissà quale originalità è stuzzicante.

Credo e spero avrà una buona distribuzione visto il genere... anche perchè sarà poi difficilmente recuperabile per altre vie prima della fine della stagione.
Image

User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Blue » Thursday 6 February 2014, 18:24

Variety: 90/100

The Playlist 100/100
Cineblog wrote:Violento, teso, mai banale nella sua evoluzione, condito da un trucco straordinario, scenografie inquietanti nella loro ‘trasformazione’, un tema musicale creato da Marco Beltrami incisivo e ficcante, una fotografia firmata Kyung-Pyo Hong cupa, sporca e glaciale, uno script spiazzante e a tratti persino divertente, e attori a stelle e strisce di primo livello, il film di Joon-ho ha saputo rinnovare con eleganza ed estrema forza il cinema americano di genere ‘dispotico’ e ‘tirannico’, permettendosi persino di filosofeggiare sul reale valore della vita e della nostra esistenza, ma senza mai scivolare sull’evidente pericolo dell’evitabile.
Voto: 9
mymovies.it wrote:Snowpiercer, il più costoso film mai prodotto in Corea, è il raro caso di un'opera d'autore di grandi ambizioni commerciali che non immola la visione del suo regista sull'altare del successo di botteghino. In tal senso, per Bong Joon-ho, regista d'immenso talento, funambolo capace di tenersi in equilibrio tra cinema popolare e rilettura critica, caustica o giocosa del genere, si tratta di una riuscita epocale. Quali che siano gli esiti del box office sul mercato internazionale, Bong ha portato sullo schermo il suo classico di fantascienza, che non è solo un'efficace opera di intrattenimento (seppure saldamente collocata all'estremo oscuro dello spettro dell'intrattenimento), ma anche una profonda riflessione filosofica sulla natura dell'uomo e le sorti dell'umanità, cupa e inquietante, disperata e appropriatamente raggelante, ma al contempo venata - come sempre in Bong - di sapida ironia e aperta, nel finale ad un abbacinante raggio di speranza.
Siamo insomma di fronte ad un cinema profetico che nell'immediato molti probabilmente rifiuteranno, ma che lascerà il segno, come negli ultimi decenni Blade Runner, Brazil, Strange Days o The Matrix. Nel treno-mondo di Bong, costruito in scenografie geniali (di Ondrei Nekvasil) e intriso di oscurità e luci cangianti (magistrale fotografia di Hong Kyung-pyo), s'incontra oltretutto un vero melting pot che riflette inevitabilmente (e sanamente) la prospettiva non-occidentale dell'autore.
4,5/5
Gabriele Niola wrote:Semplice e lineare, i ricchi in testa i poveri sotto come nella tradizione del genere, ma contaminato quasi in ogni scena da una prospettiva più larga, più complessa e basta sulle immagini più che sulla parola, che è un prodotto originale del cinema di Bong Joon-Ho.
In Snowpiercer, accanto alla classica rappresentazione delle figure cardine del genere, ci sono personaggi che non vedremmo mai in un film americano (divertente che siano quelli interpretati da attori sudcoreani come il feticcio Song Kang-ho), situazioni più complesse e idee visive mostruose.
screenweek.it wrote:Snowpiercer è un film di fantascienza catastrofica e claustrofobica, che prende le grottesche distopie del cinema di Terry Gilliam o le rivolte settecentesche e ne serra ritmi e tensione come un film di Carpenter mettendo in prima fila il senso politico del film.
Non edulcora la suspense, la violenza, la durezza dei temi trattati, parla di ieri oggi e domani e lo fa con energia, intelletto e grandiose soluzioni visive
cinefilos.it wrote:Il regista sudcoreano conferma la gran perizia e tecnica, prediligendo primi piani, semi-Snowpiercer recensionesoggettive, dettagli e stacchi con fuori fuochi, unite a un bel lavoro di fotografia da parte di Kyung-Pyo Hong che facilita il lavoro del montaggio di Steve M. Choe conferendo così al film una profonda continuità visiva. Questi elementi uniti alla gran composizione della scena, fanno risultare il film estremamente dettagliato ed esplorato
voto10.it wrote:Joon Ho-Bong (regista coreano a cui dobbiamo ad esempio l’originale monster movie “The Host”) coniuga mirabilmente violenza, suspense e commozione, aggiungendo alla mistura massicce dosi di ironia grottesca che rappresentano sia un alleggerimento sia un contrappunto ai passaggi drammatici. Col procedere della vicenda si moltiplicano i colpi di scena e le invenzioni, al servizio di un messaggio inequivocabile e al tempo stesso (pregio non diffuso di questi tempi) volti a catalizzare l’attenzione del pubblico al quale è rivolto. Raramente il disgusto, il divertimento e l’indignazione sono stati calibrati con tale accuratezza sul grande schermo, e non è frequente mantenere il ritmo costante in un prodotto lungo oltre due ore. Nel suo apparente “tirarla per le lunghe”, Snowpiercer riesce anzi a tirar fuori dal cilindro nuove sorprese e nuovi spunti di riflessione fino ai titoli di coda, senza mai rinnegare la propria contaminazione di toni e di sensazioni. Nel cast, impegnato per lo più in performance volutamente contenute e dunque adeguate al tetro contesto claustrofobico, spiccano il coreano Kang-ho Song (già versatile protagonista in The Host, nonché in opere di Park Chan Wook come Mr. Vendetta) e l’impeccabile John Hurt, senza dimenticare la breve eppure significativa prestazione di Ed Harris nei panni di un cattivo ottuso e manipolatore. Contro ogni dittatura, di estrema destra in primis, è uno spettacolo che si fa ricordare.
Comingsoon.it wrote:Difficile trovare un elemento stonato e fuori posto, in Snowpiercer.
La regia di Bong è elegante e adrenalinica, capace di fare delle ambientazioni claustrofobiche un cavallo di battaglia invece di un limite. Ottime sono scenografie e costumi, e le interpretazioni di un cast che spazia dal supereroe Chris Evans al Song Kang-ho di tanti film di Park Chan-Wook (qui produttore), passando per Tilda Swinton, John Hurt, Jamie Bell, Ed Harris, Alison Pill e tanti altri, sono tutte funzionali e riuscite.
Precisa è anche la scrittura, opera dello stesso Bong assieme al Kelly Masterson che ha sceneggiato Onora il padre e la madre (e si sente), e fluido è l’alternarsi di toni che passano, senza soluzione di continuità, dal dark al farsesco, dallo steampunk al post-apocalittico, da una violenza elegante e stilizzata a momenti di puro e riuscitissimo umorismo.
Eppure, quello di Bong non è uno di quei film che traducono questa loro precisione e il loro equilibrio dosatissimo in freddezza formale o anemia narrativa: perché Snowpiercer è capace di essere sporco, sbilanciato e crudele laddove è necessario.
Lontano dall’ansia tutta hollywoodiana della conciliazione e dell’happy ending a tutti i costi, il film del coreano ha il respiro di una grande produzione internazionale che non ne ha affatto toccato le capacità di racconto aspre e cupe, dove la spettacolarità si lega ad un cuore nero di riflessioni tutt’altro che lusinghiere sul genere umano.
movieplayer.it wrote:Snowpiercer, del coreano Bong Joon-ho (The Host, Mother), presentato in anteprima all'ottava edizione del Festival Internazionale di Roma, è una potente e visionaria metafora sociale di fantascienza distopica: attinge a piene mani dal genere post apocalittico e nello stesso tempo lo innova e lo approfondisce con l'intuizione di relegare l'umanità sopravvissuta in un unico spazio circoscritto e claustrofobico dove ricreare il microcosmo della società, con le differenze e i conflitti di classe, e approfondire riflessioni sugli equilibri che regolano la convivenza di esse.
Image

User avatar
cirokisskiss
Regista
Regista
Posts: 3212
Joined: Wednesday 7 January 2009, 15:33
Sesso: Uomo
Film: i film che colpiscono al cuore
Location: Napoli

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by cirokisskiss » Thursday 6 February 2014, 20:22

Alla faccia :lol: deve essere un filmone :P Di questo regista ho visto solo il suo episodio in Tokyo! che è molto interessante, ma mi sono procurato anche Memories of murder che viene lodato quasi all'unanimità...

User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Blue » Thursday 6 February 2014, 20:35

MoM è stradordinario... come pure 'The Host'.
Spero che sia vero quello che scrivono...
Image

User avatar
Marco
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 10103
Joined: Saturday 26 November 2005, 1:00
Location: Napoli

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Marco » Thursday 6 February 2014, 20:40

Dal regista di "The Host" non posso che aspettarmi un gran film. La trama è geniale (non so se sia originale o meno ma me ne frega poco).
Attendo con fervore...

User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Blue » Thursday 6 February 2014, 21:12

E' tratto da un fumetto francese in bianco e nero.
Image

User avatar
Marco
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 10103
Joined: Saturday 26 November 2005, 1:00
Location: Napoli

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Marco » Thursday 6 February 2014, 22:33

Si l'ho letto ma, come detto già, non cambia niente...mi ispira tantissimo!

User avatar
nicolat17
Regista
Regista
Posts: 3042
Joined: Thursday 9 February 2006, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Salerno

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by nicolat17 » Saturday 1 March 2014, 14:56

Il film mi ha convinto a tratti. Molto interessante il soggetto e anche alcune scelte stilistiche del regista, però il senso di incompiutezza rispetto ad alcune questioni e ad alcuni personaggi rimane. è un film che dei meriti ce li ha, ma soprattutto nell'ultima mezz'ora deborda in modo vistoso. Molto bella la prima parte.
L'attore protagonista del tutto incapace, imbarazzante il monologo finale (ma in generale tutta la parte finale lascia alquanto a desiderare).
Tra le interpretazioni emerge Tilda Swinton, incolore Ed Harris in una piccola parte.

User avatar
Tyler_Durden
Regista
Regista
Posts: 1968
Joined: Sunday 16 January 2011, 23:02
Sesso: Uomo

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Tyler_Durden » Monday 3 March 2014, 23:22

andrò a vederlo domani. Tutte queste recensioni ultra-positive mi hanno incuriosito...

PS: è da spostare nella sezione "Film".

User avatar
Blue
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 21645
Joined: Sunday 4 March 2007, 1:00
Sesso: Uomo
Location: Londra 1973 (To)

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Blue » Monday 3 March 2014, 23:32

Io purtroppo fino alla proxsett non scendo in città quindi lo vedrò merc prox.

Cmq andatelo a vedere visto che è ben distribuito... tanto non sarà recuperabile prima di tre o 4 mesi quindi non perdetelo al cinema per poi lamentarvi che non potete vedelo e votarlo!!!!

praticamente tutti quelli con cui ne ho parlato mi han detto che è molto ma molto valido.
Image

User avatar
Tyler_Durden
Regista
Regista
Posts: 1968
Joined: Sunday 16 January 2011, 23:02
Sesso: Uomo

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Tyler_Durden » Monday 3 March 2014, 23:37

più che altro sembra anche uno di quei film, tipo Gravity, che perderebbe troppo visto al pc chissà in quale qualità...

User avatar
Clementine
Regista
Regista
Posts: 3438
Joined: Wednesday 30 June 2010, 15:17
Sesso: Donna
Registi Preferiti: Martin Scorsese, David Fincher, Paul Thomas Anderson
Location: provincia di Roma

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by Clementine » Wednesday 5 March 2014, 21:39

Film distopico originalissimo e ben fatto, con scenografie ed effetti speciali ottimi. Storia per nulla banale, in cui vengono mostrati violenza e dinamiche sociali in maniera molto realistica e interessante. Irriconoscibile ma godibilissima la Swinton.
"Ti ho salvato la vita due volte ragazzo, dovrei essere Dio per te! E Dio dà e Dio si riprende!" John Fitzgerald - The Revenant

User avatar
sandrix81
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 14276
Joined: Friday 15 October 2004, 1:00
Registi Preferiti: Jean-Luc Godard, François Truffaut, Eric Rohmer, Sam Raimi, Ozu Yasujiro, Friedrich Wilhelm Murnau, Dziga Vertov, Buster Keaton, Ernst Lubitsch, Alain Resnais, Georg Wilhelm Pabst, Carl Theodor Dreyer, Alfred Hitchcock, Howard Hawks, Nicholas Ray, John Ford, Billy Wilder, Frank Capra, Sam Peckinpah, Peter Bogdanovich, Steven Spielberg, William Friedkin, John Carpenter, George A. Romero, Woody Allen, Nanni Moretti, Roberto Rossellini, Jean Renoir, Orson Welles, Max Ophuls, Jacques Tati, Kitano Takeshi, Kim Ji-Woon, Lars Von Trier, David Lynch, Jean Marie Straub e Danièle Huillet, Jacques Rozier, Jean Rouch, Quentin Tarantino, Cameron Crowe, Brian De Palma
Film: I 400 COLPI (Truffaut, 1959), FAUST (Murnau, 1926), VIAGGIO A TOKYO (Ozu, 1953), SYMPATHY FOR THE DEVIL (Godard, 1968), IL RAGGIO VERDE (Rohmer, 1986), CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA (Donen/Kelly, 1952), LA FINESTRA SUL CORTILE (Hitchcock, 1954), MANHATTAN (Allen, 1979), SENTIERI SELVAGGI (Ford, 1956), DARKMAN (Raimi, 1990)
Location: Bologna o Sambuceto?
Contact:

Re: "Snowpiercer" di Joon-ho Bong

Post by sandrix81 » Thursday 6 March 2014, 2:18

Sono molto d'accordo con nicolat, il che mi dà da pensare.
"Io ho letto il libro e se non ci fosse Gatsby, il romanzo non sarebbe stato scritto" (marlon-brando)

Locked

Return to “Film”