"Take this waltz" di Sarah Polley

Discussioni sul Cinema in generale e su tutti i film che non sono e non sono stati in concorso agli Italian Online Movie Avards
Locked
User avatar
misaki84
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 12646
Joined: Saturday 16 October 2004, 1:00
Location: Vicenza

"Take this waltz" di Sarah Polley

Post by misaki84 » Monday 25 June 2012, 4:01

take-this-waltz-poster.jpg
(390.71 KiB) Downloaded 1367 times
Take this waltz
Titolo originale: Take This Waltz

Nazione: Canada, Spagna, Giappone
Anno: 2011 (produzione) - 2012 (distribuzione)
Genere: Romantico, Commedia, Drammatico
Durata: 116'

Regia: Sarah Polley

Cast: Michelle Williams, Seth Rogen, Luke Kirby, Sarah Silverman

Sceneggiatura: Sarah Polley
Produzione: Joe's Daughter, Mongrel Media
Distribuzione: Mongrel Media, Magnolia Pictures

Sito Ufficiale: http://takethiswaltz.com/

Trailer: Take This Waltz (English)

Data di uscita: 29 luglio (Canada)

Trama:
"What kind of bird are you?" - Moonrise Kingdom

User avatar
misaki84
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 12646
Joined: Saturday 16 October 2004, 1:00
Location: Vicenza

Re: "Take this waltz" di Sarah Polley

Post by misaki84 » Monday 25 June 2012, 4:21

Passato per decine di Festival, finalmente la settimana prossima esce in Canada il nuovo film di Sarah Polley. Esce prima in Canada che negli USA e nel resto del mondo semplicemente perché è prodotto e girato a Toronto. Ho avuto l'occasione di vederlo in anteprima oggi, 24 giugno, ad una matinee (con colazione inclusa, yummy) organizzata dal principale quotidiano di Vancouver e commentato dalla relativa critica.
Film meraviglioso. Indescrivibile perché, come da credits, si tratta di una commedia veramente drammatica. O di un dramma effettivamente comico. Il fatto è che la cifra stilistica di questo film sta proprio nel frustrare sistematicamente i momenti drammatici con una sprizzata clamorosa di comico e viceversa. Un film anti-romantico, che sfata ogni mito, che crea e distrugge il totem dell'amore e della felicità eterna da "e vissero tutti felici e contenti". Non dico altro per non spoilerare.
Scrittura felicissima, tempi di regia e montaggio perfetti. Le scene di nudo per cui si è fatto un gran parlare sui media sono sicuramente le più riuscite ma anche le più pesanti da digerire perché si trascinano un senso di amaro che si stampa, poi, definitivamente nelle menti degli spettatori grazie all'ultima inqudratura. Michelle Williams, di cui non sono mai stato un grande estimatore, da Oscar. Seth Rogen dimostra di essere un grande attore nella sequenza che gli regala una dozzina di primi piani.
Spero proprio che questo film venga distribuito in Italia, per ora non se ne sa nulla.

Iomabilità: Film, Regia, Sceneggiatura, Attrice Pro (Williams), Attore non pro (Rogen), Montaggio, Fotografia, Colonna Sonora.

Non fosse per Moonrise Kingdom, sarebbe un potenziale vincitore.
"What kind of bird are you?" - Moonrise Kingdom


User avatar
misaki84
Premio alla Carriera
Premio alla Carriera
Posts: 12646
Joined: Saturday 16 October 2004, 1:00
Location: Vicenza

Re: "Take this waltz" di Sarah Polley

Post by misaki84 » Friday 17 August 2012, 2:55

Take This Waltz by Katey Rich
After making her directorial debut with the heartbreaking drama Away From Her a few years back, Sarah Polley established herself as one of the more surprising and interesting new voices behind the camera, and before she had even turned 30 told one of the more raw and relatable stories of romance between two people near the end of their lives. But it's in Take This Waltz, with Polley turning her camera toward characters of her own age, that she really makes her voice known.

Take This Waltz is a wild, colorful burst of romance and sadness and longing, letting the intense emotions of a would-be affair bleed over into the filmmaking itself, boldly blurring the line between a not necessarily likable heroine (Michelle Williams, incredible as always) and the audience who must go along with her anyway. As a story that for a while is about unspoken passion between a woman and her hunky neighbor (newcomer Luke Kirby), Take This Waltz dares to say everything out loud -- it may be the first movie that looks how an exciting new love feels. That kind of grab-you-by-the-throat bravura for telling such a small story isn't for everyone, but if it works, as it did for me, you won't be able to forget it.

Source: http://www.cinemablend.com/new/Best-Mov ... 32472.html
"What kind of bird are you?" - Moonrise Kingdom

User avatar
Coclea
Regista
Regista
Posts: 3540
Joined: Friday 7 April 2006, 1:00
Registi Preferiti: Leone, Wilder, Spielberg, Crowe, Sorrentino, Coen, Anderson (Wes) e Anderson (Paul Thomas), Inarritu, Nolan.............................
Film: C'era una volta in America, Moulin Rouge!, A qualcuno piace caldo, I 400 colpi, Magnolia, Amadeus, 2046, 21 grammi, Il favoloso mondo di Amélie.......................................................................
Location: Castiglione delle Stiviere (MN)

Re: "Take this waltz" di Sarah Polley

Post by Coclea » Saturday 19 January 2013, 10:50

misaki84 wrote:Film meraviglioso. Indescrivibile perché, come da credits, si tratta di una commedia veramente drammatica. O di un dramma effettivamente comico. Il fatto è che la cifra stilistica di questo film sta proprio nel frustrare sistematicamente i momenti drammatici con una sprizzata clamorosa di comico e viceversa. Un film anti-romantico, che sfata ogni mito, che crea e distrugge il totem dell'amore e della felicità eterna da "e vissero tutti felici e contenti". Non dico altro per non spoilerare.
Scrittura felicissima, tempi di regia e montaggio perfetti. Le scene di nudo per cui si è fatto un gran parlare sui media sono sicuramente le più riuscite ma anche le più pesanti da digerire perché si trascinano un senso di amaro che si stampa, poi, definitivamente nelle menti degli spettatori grazie all'ultima inqudratura.
:clap:
Ho pianto tanto, ma tanto, da sola e coi singhiozzi. Era da Blue Valentine che non mi succedeva.
Grande film, dopo averlo visto mi sono recuperata il precedente della Polley, Away from her, che non mi ha convinta altrettanto ma conferma una capacità eccezionale di descrivere i rapporti di coppia senza cliché e con un'intimità paurosa.
Image

Locked

Return to “Cinema Off IOMA”